Drama Rock Band


Vai ai contenuti

Drama

Biografia


LE ORIGINI

"Era una notte buia e tempestosa del lontano 1982…"
Due ragazzini delle scuole medie, Rocco Colicchio e Alessandro Tarasco, tramano nel sottoscala imbracciando due chitarre e lavorando ad un prototipo di band, i Melody Maker's.
Dopo un lungo anno di idee confuse e di "so suonare ma non mi viene niente" si dividono i compiti e nascono finalmente delle vere e proprie canzoni di senso compiuto: Rocco scrive la musica e Alessandro i testi… in inglese, tradotte poi in italiano.
A questo punto decidono di cercare altri musicisti per sentirsi davvero una band al completo.
Tramite un giornale dell'epoca di annunci di ogni tipo conoscono Beppe Maci (bassista), che al primo incontro, aprendo loro la porta di casa chiama subito suo padre preoccupato dal loro aspetto trascurando il suo, infatti portava i capelli lunghi fino alle spalle.
Dopo un tira e molla per far provare la sua chitarra a Rocco quest'ultimo esibisce il suo già indiscutibile talento e nasce così una lunga amicizia.
Andando ormai alle superiori Rocco conosce a scuola un batterista ed un tastierista, rispettivamente Rosario Coglitore e Riccardo Fusiello, che unendosi al gruppo decidono di registrare il loro primo demo in uno studio di registrazione torinese.
Ormai la band è al completo e cambia nome. Era il 1984 e nascono i Drama.

I DRAMA

Drama, in greco vuol dire 'azione scenica', ma in molte occasioni della carriera l'abbiamo inteso proprio come cosa drammatica.
In febbraio viene registrato il promo ufficiale di un 45 giri con i brani "Una volta nel sud" e "Reversionary", disco che non uscirà mai.
Successivamente, delusi e scoraggiati, Rosario e Riccardo decidono di lasciare il gruppo.
Anche Alessandro prende un'altra strada e si laureerà in seguito.
Rocco e Beppe, mettono un annuncio sul giornale e si presenta Enzo, talentuoso batterista dal ritmo innato. Legano subito ed iniziano interminabili prove nella cantina di Beppe sempre affollata di fans.
Ore ed ore passate a suonare tanto da diventare una delle migliori band locali del momento.
Nel 1985 Enzo presenta a Rocco la sua amica Enrica, una cantante con una voce molto particolare e potente.
Viene invitata la sera stessa alle prove e inserita un paio di giorni dopo in una registrazione in studio.
Nasce così la storica "Momenti bruciati" che da il via ad una lunga produzione.
Ma non così in fretta. In realtà i diversi stili musicali non riescono a convivere, la cantante si allontana dal gruppo mentre i tre ragazzi partono al militare.
Qualche anno di cazzeggi ed esperienze diverse senza mai perdersi di vista e nel 1988 i quattro decidono di rimettersi insieme e dare inizio al vero stile dei Drama.

LO STILE

Ognuno di noi aveva gusti musicali differenti, dal rock al pop progressivo bluseggiando qua e la c'era proprio tutto, non ci facevamo mancare niente. Ma proprio unendo tutti questi generi si è creato qualcosa di originale..
Per qualche mese ha suonato con noi Luciano Zanotti come chitarrista ritmico.
Altra storia invece per Marcello Gianinetti, fratello di Enrica che ha suonato per un certo periodo le tastiere. In realtà è un bassista e spesso in futuro ha suonato il basso con noi nell'infinita alternanza di bassisti che hanno militato nel nostro gruppo.
Il bassista per noi è sempre stato il nostro tallone di Achille. Ci è capitato di tutto, ma ne parleremo in seguito.
Nell'immediato invece avviene un'irreparabile quanto stupida rottura. Dopo un litigio il gruppo si divide a metà, Beppe ed Enzo se ne vanno ed Enrica e Rocco portano avanti il nome dei Drama. Tra l''89 ed il '90 entra alla batteria Marco Bracco e Beppe ripensandoci continua per qualche anno a suonare con noi.
Entra anche un tastierista d'eccezione conosciuto ad un corso di armonizzazione, Dario Durisi, affiancato solo per qualche mese da un altro tastierista Claudio Romano. Dario cambia il sound del gruppo, virtuoso fino all'eccesso, dà un nuovo tocco di magia.

Nel 1992 viene pubblicato l'album "Nel cuore della notte" autoproduzione in vinile e cassetta finanziata da Enrica, Rocco e Dario. Il disco ottiene un buon successo.
Nel frattempo Marco decide di riprendere gli studi che terminerà con successo e lascia il gruppo, anche Beppe decide di fermarsi.
Entrano nel '93 Michele Mastrullo (batteria) e Roberto Costa (basso).
Il primo comincia a proporre una miriade di cover, cosa che noi non facevamo salvo qualche pezzo d'eccezione e di virtuosismo.
Il gruppo viene così snaturato, riduciamo i pezzi nostri e aggiungiamo sempre più cover commerciali. Questo ci porta ovviamente a fare più date e a guadagnare di più, ma l'anima piano piano si addormenta.
Nel '94 Dario dopo un incidente d'auto decide di lasciare il gruppo per dedicarsi come volontario alla croce verde. Nel frattempo Enrica, che era anche tastierista, prende il suo posto per non rinunciare alle date già confermate e da allora decide di cantare e suonare.
Roberto invece dà inizio ad un'odissea di bassisti. Musicista talentuoso una sera non si presenta al concerto e scappa, viene sostituito prontamente da Beppe che viene a farci un favore, per parecchi giorni di lui non si sa più niente (neanche in famiglia). Si susseguono vari bassisti tutti di passaggio per i motivi più disparati, chi per esigenze di vita, chi per quelle musicali, chi per egocentrismo. Nel frattempo Enrica e Rocco producono il secondo cd dei Drama "Ipotesi", un viaggio nella sperimentazione vocale e musicale, influenzato da intense lezioni di armonia ed arrangiamento prese da Rocco da Maurizio Colonna, uno dei più grandi chitarristi mondiali.
L'album è miracolosamente inciso in casa con un 8 tracce a cassetta. Le voci registrate all'interno dello sgabuzzino a casa di Enrica.
La passione e la volontà a volte compiono prodigi.
Nel 1997, dopo un incontro casuale, si stringe nuovamente il sodalizio e l'amicizia con Enzo Grillo. Decidiamo di sperimentare dei concerti con due batterie, alternandosi alle percussioni. Al basso Roberto Gino.
Le discussioni però su cover e no soffocano l'entusiasmo di Enrica e Rocco. Decidiamo di fermarsi e riflettere.
Passa un anno e si riprende con nuovo entusiasmo, insieme ad Enrica e Rocco suonano Enzo Grillo e Fabio Ruta, giovane dinamico musicista. Si riprendono i concerti in grande stile senza eliminare le cover ma selezionandole secondo lo stile ed il virtuosismo.
Si decide anche di organizzare un concerto l'anno nei teatri interamente devoluto in beneficenza collaborando con TEOREMA, Associazione dell'Ospedale Mauriziano di Torino, con Amref e con il Centro di Diabetologia Karen Bruni.
Nel 2007 nasce la collaborazione col Centro Aiuti Etiopia e nel 2008 con l'Aidos si organizza l'evento "Adotta una madre". Queste due collaborazioni sono ancora oggi attive.
Nel 2006 manchiamo l'occasione di fare l'inno delle olimpiadi. Veniamo proposti con un brano dal titolo "Inno Torino 2006" ed il sindaco Chiamparino ci scrive personalmente.
Però alla fine viene accettato quello di Baglioni, personaggio ovviamente celebre.

Sempre nel 2006 anche Fabio si sposa, viene sommerso dal lavoro e cede lasciando lo strumento. Torna con noi per l'ennesima volta Marcello Gianinetti. Che collabora fino al rientro di Beppe Maci.
Dopo 22 anni ci ritroviamo nuovamente noi quattro, di nuovo la formazione di partenza, increduli, come se non fosse cambiato niente. Ed infatti niente è cambiato, Beppe torna dicendo quanto gli siamo mancati , che finalmente ritrova la musica che desiderava e le persone care, ma con i fatti si rivela un'altra cosa, salta le prove lascia solo messaggi al telefonino e si dissolve…
Stufi di elementi poco seri decidiamo di dare un taglio con qualsiasi bassista. Non contattiamo più Beppe, lui non si fa più sentire, e optiamo per un bassista

IL BASSISTA VIRTUALE

Che cos'è un bassista virtuale?
È un basso suonato da Rocco in studio di registrazione per ogni pezzo, si potrebbe chiamare R2, una volta inciso viene mandato durante il live da un coputerino tenendo il cloc nelle cuffie.
I Drama decidono così di sfruttare la tecnologia mantenendo il calore ed il sound del concerto live.
Se mai ci sarà nel gruppo un nuovo bassista dovrà essere bravo quanto Rocco, libero di mente, umile e serio, praticamente un vero Drama e sarebbe un'impresa ardua.

Da quasi 30 anni la storia di questa eclettica band è sempre fresca e giovane, ma soprattutto innovativa.
Chi la conosce non ha dubbi e continua a seguirla. Per tutti gli altri se vi è venuta la curiosità vi invitiamo ai prossimi concerti e…


…ATTENTI A QUEI TRE…

PS: Stiamo lavorando ad un nuovo album e speriamo di poterlo presto sottoporre ad un vostro giudizio.

Home Page | Discografia | Concerti | Biografia | AudioVideo | Solidale | Album | Contatti | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu